di Marco Locatelli 6 Aprile 2021

Sarebbero quattro, secondo indiscrezioni, i potenziali acquirenti della Cedral Tassoni, l’azienda che produce la popolare Cedrata Tassoni messa in vendita dalla famiglia proprietaria. Tra i “pretendenti” spicca la multinazionale danese Royal Unibrew, multinazionale del beverage con sede in Danimarca che detiene, tra gli altri, i marchi di birra Ceres e Faxe.

Il gruppo nord europeo in effetti non sarebbe nuovo ad acquisizioni di questo tipo: nel 2017 ha rilevato da Campari Lemonsoda, Oransoda, Pelmosoda e Mojito Soda.

In corsa ci sarebbe però anche la multinazionale olandese Refresco, che proprio un paio di anni fa acquisì il brand Beltè dal gruppo Sanpellegrino e prima di allora Spumador e Acqua Recoaro.

Anche due gruppi italiani sarebbero interessati a ritirare il prestigioso brand Tassoni: Lunelli, degli spumanti Ferrari, e acqua minerale Surgiva; e La Galvanina che produce acque minerali, parte del fondo americano Riverside.

Cedral Tassoni, fondata a Salò (Brescia) nel lontano 1793 da Paolo Amadei, è di proprietà della stessa famiglia da quattro generazioni. La società – ora guidata dal presidente Michela Redini – è stata messa in vendita con una valutazione di circa 20 milioni di euro.

Nel 2019 la Cedral Tassoni ha chiuso con ricavi per 9,9 milioni di euro e una liquidità netta di 3,1 milioni di euro.

[Fonte: Il Giornale di Brescia]

1