di Marco Locatelli 15 Marzo 2021

È una dieta decisamente strana quella del calciatore del Leicester Jamie Vardy. Altro che petto di pollo e riso in bianco: prima delle partite, l’attaccante inglese è infatti solito consumare birra e pizza.

Una scelta che però non ha inficiato le prestazioni del bomber inglese che viaggia a suon di reti sin dalla stagione 2015-16, quella che è valsa la conquista del primo titolo di Premier League nella storia del Leicester.

A svelare la dieta di Vardy l’ex compagno di squadra Ritchie De Laet, quattro stagioni al Leicester. “Dopo essere venuto a trovarmi in Belgio, Vardy non riusciva più a fare a meno della birra belga – ha detto l’attuale capitano dell’Anversa al sito Het Nieuwsblad, come riporta La Gazzetta dello Sport – e per molto tempo, quando i miei genitori e i miei amici venivano in Inghilterra, dovevano portare un paio di casse di birra, così da far contento Vardy. Un calciatore professionista sa quando può farla franca bevendo un drink e sicuramente quando non può, ma Jamie è l’eccezione per eccellenza, perché la sera prima delle partite mangia solo pizza e beve birra e sta comunque bene”.

E non solo birra: il giorno prima di una partita Vardy, racconta De Laet, si scolava anche alcolici più forti, come il porto (vino liquoroso portoghese). E nonostante ciò ha battuto il record di 11 gol di fila in 11 partite, superando un certo Ruud Van Nistelrooy.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

1