di Giulia Gagliano 3 Settembre 2019
Birra Ichnusa, profilo hackerato

Un hacker si è impossessato della pagina Instagram di Birra Ichnusa. Nella serata di oggi i follower del marchio di birra di proprietà di Heineken, celebre per i quattro mori in etichetta, avranno forse notato qualcosa di strano: al posto di bottiglie e bicchieri la pagina è stata tappezzata con le foto di tale Yunus Sedat Aydin.

Nella biografia della “nuova” pagina Birraichnusa definisce “social media specialist, software & developer”. La redazione di Dissapore se n’è accorta pochi minuti fa e abbiamo controllato: si tratta proprio del profilo ufficiale del marchio, lo stesso al quale si viene rimandati accedendo al sito aziendale.

L’hacker si è attivato questa sera stessa, iniziando a postare selfie ammiccanti un paio d’ore fa, verso le 21.00.

Birra Ichnusa, profilo hackerato

 

 

Un duro colpo per Ichnusa (che punta moltissimo sull’immagine, tra spot televisivi in bianco e nero cinematrografici e claim dalla forte presa) e i suoi social media manager, dato che tutte le vecchie foto presenti sul profilo sono state cancellate e i follower stanno pian piano abbandonando la pagina, a migliaia.

I follower più affezionati, invece, non si sono persi d’animo. Tra loro c’è chi scrive: “Non potevi hackerare un profilo social non so.. di Brunetta?. Oppure: “Levati e ridammi la mia birra”.

Poi c’è chi insulta l’hacker, naturalmente, che si presenta come un programmatore di siti web turco. Per quanto una pagina con sessantamila seguaci (o almeno, tanti erano fino a un paio d’ore fa..) possa risultare una buona vetrina, però, è difficile immaginare che l’autore del misfatto sia tanto ingenuo da presentarsi con tanto di nome e cognome.

Vediamo come andrà a finire. Cheers.