di Valentina Dirindin 20 Agosto 2020
birra

State sorseggiando la vostra birra ghiacciata? Be’, sappiate che una delle conseguenze dei cambiamenti climatici potrebbe essere berla in futuro con un gusto diverso. A sostenere la tesi di un cambiamento nel sapore della birra a causa del climate change globale è una ricerca condotta da Colleen Doherty, professore associato di biochimica molecolare e strutturale presso la N.C. State University.

In un recente post sul sito web dell’università, il professore ha infatti spiegato come il cambiamento delle temperature influenzerà il luppolo e altri ingredienti della birra. Il ragionamento del professore universitario fa riferimento al concetto di “terroir” nella vinificazione, che può influenzare l’uva e quindi influenzare il vino prodotto da quelle uve.

“I cambiamenti nell’andamento delle temperatura giornaliere e stagionali – notti più calde, primavere anticipate – interrompono il normale ciclo vitale delle piante, danneggiano i raccolti, influiscono sul costo degli ingredienti e sul gusto della birra”, ha scritto Colleen Doherty. Una conseguenza a cui nemmeno Greta Thumberg aveva pensato, ma che in effetti potrebbe essere molto utile per convincere anche i più scettici sulla necessità di invertire alcune tendenze socio economiche a causa del loro impatto sul mondo. In fondo toccateci tutto, ma non la nostra birra.

[Fonte: Fox News]