di Marco Locatelli 7 Aprile 2021

Tre nuovi serbatoi per la fermentazione arriveranno nello stabilimento Birra Peroni di Bari, in via Bitritto. Il colosso della birra italiana ha infatti deciso di investire a Bari 1,6 milioni di euro, che si sommano agli oltre 26 già messi sul piatto in questi ultimi dieci anni per la sede barese.

“L’arrivo di questi tre nuovi fermentatori – spiega Michele Cason, Direttore dello stabilimento Birra Peroni di Bari – ci consentirà di mantenere gli adeguati tempi di fermentazione e maturazione e garantire la qualità dei nostri prodotti, permettendoci di migliorare ulteriormente la nostra efficienza e sostenibilità produttiva.

Con questo investimento avviamo una nuova fase di sviluppo per l’azienda che vedrà in questo anno l’introduzione di nuovi brand, in linea con i trend emergenti del mercato e con la strategia di differenziazione del portafoglio che risponde all’ambizione di affermarci nel segmento delle birre analcoliche per promuovere un consumo sempre più responsabile. Ci tengo a ringraziare in particolare la Città Metropolitana di Bari per la fattiva collaborazione alla realizzazione di questo importante progetto”.

I tre nuovi serbatoi, arrivati dalla Germania, hanno ciascuno un diametro di 7 metri, una lunghezza di 19 metri e un peso di 29 tonnellate e possono contenere fino a 4.500 ettolitri di birra finita.

Per farli arrivare a destinazione, grazie alla fattiva collaborazione con la Città Metropolitana di Bari, è stato organizzato un trasporto speciale nella notte tra il 9 e il 10 marzo, con simultanea chiusura al traffico di alcune strade dal Porto di Bari allo stabilimento di Birra Peroni, passando per il Ponte Adriatico.

1