di Elisa Erriu 30 Settembre 2020
Bob Dylan tornato Dj radio whiskey

Qualcuno ha bussato alle porte del Paradiso: è Bob Dylan, che dopo un decennio di silenzio in radio è tornato a fare il Dj. Tra le varie chiacchiere, il cantante ha parlato del suo Tour, della quarantena e del suo whiskey.

Un episodio di due ore (il doppio dell’ora solita) in onda sulla emittente satellitare Sirius XM, inframezzato a battute e spigolature su whiskey e sbornie. Così il premio Nobel per la letteratura Bob Dylan è tornato a parlare in radio, principalmente proprio per parlare del suo whiskey, dato che il celebre Robert Zimmerman, in arte Bob Dylan, ha una sua personale etichetta dal nome ispirato proprio a una delle sue canzoni più famose, “Heaven’s Door“.

Dunque il ritorno in radio è un maxi spot alcolico? Può darsi, ma era da marzo che il 79enne autore di “Masters of Wars” era in lockdown a causa del Coronavirus, che ha cancellato tra l’altro le tappe del suo Never Ending Tour per via della pandemia. Pertanto questo ritorno è doppiamente gradito per poter risentire la sua voce dopo la quarantena, che si è rivelata perlomeno produttiva per lui, dato che è uscito col nuovo album, “Rough and Rowdy Ways”.

Approfittando della coincidenza con il Bourbon History Month, che cade proprio a settembre, i brani a tema superalcolico per i suo episodio sono di Van Morrison, George Jones, Thin Lizzy, Tom Waits, gli Stanley Brothers e Julie London, insieme a vecchie glorie del blues come Byllye Williams e Wynonie Harris, e naturalmente Frank Sinatra, a cui il cantante ha dedicato un album di cover, “Shadows in the Night”, nel 2015.

L’episodio è ora disponibile in streaming sul sito web ufficiale di Dylan.

 

[ Fonte: ANSA ]