di Veronica Godano 2 Luglio 2020

Promette di essere l’hotel migliore della Capitale, stando alle dichiarazioni di Jean Cristophe Babin, amministratore delegato di Bulgari. La maison aprirà il nuovo hotel a Roma nel 2022, sperando che il Coronavirus sia un lontano ricordo. La ristorazione, come di consueto, sarà affidata a chef Niko Romito che da poco ha riaperto il suo Ristorante Reale abbassando i prezzi.

La struttura troverà posto in un palazzo in stile razionalista, costruito tra il 1936 e il 1938 in piazza Augusto Imperatore, vicino a via del Corso e via del Babuino, Piazza di Spagna e anche alla boutique Bulgari di Via Condotti. Centoquattordici le camere, molte delle quali saranno suite.

“La location è una delle caratteristiche che ci spinge a credere che riscriveremo la storia dell’ospitalità di lusso di Roma. – dice Babin – Una città che attrae per bellezze come il Colosseo deve accogliere con una proposta impeccabile”. L’albergo ospiterà una spa di 1.000 mq con una piscina di 20 metri ispirata a un bagno romano e una palestra con l’allenamento Workshop sviluppato in esclusiva per Bulgari. Suite di 400 metri quadrati e un occhio puntato anche alla cultura con una biblioteca al piano terra.

Anche nella città eterna, come nelle strutture di Milano, Londra, Bali, Pechino, Shangai e Dubai, continuerà l’impegno ecologico, a cominciare dall’eliminazione della plastica.  In virtù del nuovo hotel, il brand ha creato la collana “Ospitalità Italiana”: un girocollo in oro bianco realizzato con l’iconica lavorazione “tubogas” e 10 pietre preziose, ognuna simbolo degli hotel nel mondo.

Fonte: [Il Messaggero]