di Marco Locatelli 20 Febbraio 2020

La muffa diventa un fattore di genuinità e “bellezza” nell’ultima pubblicità di Burger King. Il colosso americano ha infatti pubblicato nei giorni scorsi un video promozionale dove mostra il suo panino di punta, il Whopper, decomporsi e ammuffirsi.

Il filmato – realizzato con la tecnica del time-lapse – mostra il suo hamburger di punta che si decompone e si copre di muffa nell’arco di 34 giorni dalla sua preparazione. La “magia” è il frutto di un nuova campagna della catena di fast food per evidenziare il cambio di politica nei confronti di conservanti e ingredienti artificiali. Recentemente, Burger King ha infatti annunciato la volontà di aver rimosso i conservanti dai Whopper nella maggior parte dei mercati europei e in alcuni mercati statunitensi.

“In Burger King crediamo che il cibo reale abbia un sapore migliore – ha dichiarato Fernando Machado, Chief Marketing Officer di Restaurant Brands International, nel comunicato stampa. – Ecco perché stiamo lavorando duramente per rimuovere conservanti, coloranti e aromi da fonti artificiali dal cibo che serviamo in tutti i paesi del mondo”. Il Whopper senza conservanti verrà servito in tutti i ristoranti degli Stati Uniti entro la fine del 2020.

Quella di Burger King è l’ennesima scelta che riflette un trend ormai piuttosto diffuso nel settore food: McDonald’s, ad esempio, ha annunciato lo scorso anno il suo passaggio dal congelato al manzo fresco per il suo McRoyal.