di Veronica Godano 9 Dicembre 2019

Si sa, gli eccessi dell’arte contemporanea portano sempre una buona dose di ilarità diffusa nelle operazioni di marketing aziendali. E’ il caso di Burger King che ha deciso di ironizzare sull’ultima enigmatica opera di Maurizio Cattelan. Sui social network, il fast food ha “trollato” la banana vera da 120mila euro appiccicata a un muro con un nastro adesivo, affiancandole, alla stregua dell’opera “Comedian”, una patatina fritta da 0,1 centesimo. Si è trattato, dunque, di una strategia ironica per sottolineare l’estro creativo del brand americano e prendere in giro, allo stesso tempo, l’artista abituato alle polemiche.

Ma sul web impazzano i post divertenti che propongono una rivisitazione dell’opera di Cattelan. E’ il caso del Quotidiano del Molise il quale immortala una salsiccia di Riccia alla parete e, anche, dei Nutella Biscuits finiti al muro nella foto dell’irriverente pagina Facebook “Sapore di male”. E sono tantissime le immagini web dei prodotti appartenenti a diverse regioni italiane che hanno fatto la fine della banana di lusso. Tra le righe si legge anche qualche commento nostalgico su Caravaggio e Michelangelo.

Nessuna paura per Burger King. Perchè, in questo caso, anche le sue patatine saranno mangiate in un boccone, ma a prezzi ragionevoli.

Fonte: Engage; TgCom