di Manuela 5 Dicembre 2019
banana

Maurizo Cattelan torna a stupire con la sua ultima opera: una banana attaccata al muro con il nastro adesivo. E’ innegabile il fatto che Cattelan sia un artista a dir poco stravagante e a cui piace far rimanere a bocca aperta le persone. Di sicuro anche questa nuova installazione, esposta nello stand della Perrotin’s Gallery, farà assai discutere.

In un impeto di minimalismo e elogio alla frutta, Cattelan ha deciso di realizzare un’opera dove una banana vera è appiccicata al muro con lo scotch. E sapete quanto vale quest’opera? 120mila dollari, più di 100mila euro. Ovviamente si tratta di una provocazione da parte di Cattelan, legata al furto del suo water d’oro (18 carati), dal titolo America e che era esposto al Blenheim Palace. Questo wc dorato ha una ricca storia alle sue spalle. Qualche tempo fa Donald e Melania Trump avevano chiesto in prestito al Museo Guggenheim di New York un quadro di Van Gogh per abbellire i loro appartamenti alla Casa Bianca. Il Museo, allora, aveva ironicamente fatto una controfferta alla coppia presidenziale: al posto del Van Gogh avrebbero forse gradito il water d’oro di Cattelan?

Il water d’oro era poi tornato alla ribalta qualche mese fa quando era stato rubato dal palazzo inglese dove era stato messo in mostra. Visto che il wc dorato era perfettamente funzionante, i ladri hanno dovuto staccare tutti i collegamenti idraulici, finendo per allagare le stanze del palazzo. E adesso, dopo il furto, Cattelan torna con questa nuova opera provocatoria: la banana attaccata al muro. Almeno, in questo caso, se i ladri volessero rubarla, non avrebbero bisogno di danneggiare niente, basta staccare il nastro adesivo ed è fatta. Ovviamente adesso sorge spontanea una domanda: essendo che la banana è vera, non marcirà dopo un po’? In questo caso cosa faranno la galleria e l’artista? La sostituiranno? La lasceranno marcire sul muro con nugoli di moscerini e larve di vermi?

Ma ci sono aggiornamenti: tramite Twitter The Art Newspaper ha fatto sapere che la prima edizione di quest’opera è stata venduta, così come la seconda. E adesso si sta seriamente valutando se realizzarne una terza edizione. Ecco intanto la banana appiccicata al muro in tutto il suo splendore:

[Crediti | The Art Newspaper]