di Valentina Dirindin 8 Maggio 2021
orso

Finisce nella bufera il principe del Liechtestein, che pare abbia ucciso nel corso di una battuta di caccia un orso gigantesco, il più grande della Romania.

Josef-Emanuel , rampollo della famiglia reale del piccolo principato che sorge tra Austria e Svizzera, stava cacciando nei carpazi, quando si sarebbe imbattuto in Arthur, un colossale orso e pam!, lo avrebbe ucciso.

Solo che al di là della questione etica e ambientalista, il principe non avrebbe potuto farlo, in base al divieto di caccia dei grandi carnivori. Ad accusarlo sono ‘Ong rumena Agent Green e l’Ong austriaca VGT, che raccontano che il principe Emanuel avrebbe ricevuto un permesso speciale dal ministero dell’ambiente rumeno per uccidere una femmina di orso che stava spaventando e mettendo in pericolo alcune fattorie, particolare confermato dall’Associated Press.

“L’orso di nome Arthur è stato osservato per molti anni dal ranger di Agent Green nella zona ed era conosciuto come un esemplare selvatico non abituato alla presenza dell’uomo e alle fonti di cibo che offriva”, spiegano le Ong.

Gabriel Paun, il presidente di Agent Green, ha detto che Arthur aveva 17 anni ed era l’orso più grande osservato in Romania, e probabilmente il più grande vivente nell’Unione europea. “Mi chiedo come il principe possa confondere una femmina di orso che si avvicina ai villaggi con un gigantesco maschio più grande che vive nelle profondità della foresta”, afferma.

[Fonte: The Guardian]