di Valentina Dirindin 15 Giugno 2019
Espresso Italiano champion

Il caffè più buono d’Italia? È opera di un diciannovenne di Bologna. Lui si chiama Stefano Ceverini, appartiene alla classe 1999, e se volete assaggiare un suo espresso (ne vale la pena, visto che anche Report ha scoperto che mediamente beviamo caffè di bassissima qualità) dovete fare un salto al B+, un bar di Casalecchio, in provincia di Bologna.

È lì infatti che lavora il nuovo vincitore dell’Espresso Italiano Champion 2019, il campionato internazionale baristi promosso dall’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei). Giunto alla sesta edizione, il concorso di caffetteria quest’anno ha coinvolto, nella sua fase finale, quattordici baristi, tra cui Ceverini è risultato il più bravo, grazie a un allenamento che gli fa consumare un chilo di caffè e venti litri di latte al giorno, e che gli ha consentito di mettere a punto una formula perfetta, come ha raccontato a Repubblica Bologna: “una miscela bilanciata che sappia rendere una tazzina complessa nei profumi e rotonda al palato, seguendo la tradizione di 25 ml circa in 25 s.”. In più, il miglior barista d’Italia sostiene che sia fondamentale lavorare molto sulla temperatura della macchina, per ottenere un espresso “rotondo ed equilibrato tra acidità e amaro”. Dopo questo riconoscimento, che segue la vitoria del  titolo Maestri dell’Espresso Junior, Stefano Ceverini ora dovrà rappresentare l’Italia durante la fase internazionale del campionato, che si terrà dal 18 al 22 ottobre a Host Milano.

[Fonte: Repubblica Bologna | Immagine: Facebook]