Cambogia: vino di riso fatto in casa uccide undici persone

Bevono vino di riso, bevanda molto popolare nel Sud Est asiatico, alle celebrazioni di un funerale in Cambogia e finiscono in ospedale intossicati dal metanolo: in dieci sono morti.

grappa

Sono morti in undici dopo aver consumato vino di riso fatto in casa, che conteneva con ogni probabilità livelli troppo alti di metanolo. È successo in un villaggio nel comune di Svaytong Khangtboung, nella provincia di Kampot, nel sud-ovest della Cambogia.

Le vittime hanno bevuto la bottiglia letale durante le celebrazioni di un funerale, secondo quanto ha riportato il capo della polizia locale. In venti si sono sentiti male dopo aver consumato il vino: oltre agli undici deceduti ci sono altrettante persone per cui è stato necessario un ricovero in ospedale.

“Tutte le distillerie di vino di riso e le bancarelle del distretto sono state temporaneamente chiuse per prevenire ulteriori morti”, hanno fatto sapere le autorità del luogo. Nel frattempo – hanno riferito – alcuni campioni del vino tossico sono stati prelevati e sono stati trasportati per i test di laboratorio nella capitale Phnom Penh. Nonostante le supposizioni sulla concentrazione eccessiva di metanolo, i risultati delle analisi non sono ancora disponibili.

Il vino di riso è una bevanda molto popolare nelle zone rurali del paese del sud-est asiatico a causa del suo prezzo economico. Secondo il ministero della salute cambogiano, nel solo mese di maggio 2021, il vino di riso miscelato con metanolo ha causato trentuno vittime in tre diversi incidenti nelle province di Kandal, Kampot e Pursat.

[Fonte: Xinhua Net]

Potrebbe interessarti anche