di Manuela 15 Aprile 2020
birra

Durante la quarantena da Coronavirus può succedere anche questo. Il sindaco di Auletta festeggia l’uscita della sua città dalla zona rossa bevendo una birra su Facebook e lanciando una challenge agli altri sindaci della ex zona rossa. Un’idea goliardica per sdrammatizzare e allentare la tensione? Qualcuno non l’ha vista così e ha gridato allo scandalo.

Beh, forse non proprio allo scandalo, ma si sa, il popolo del web ha il tasto dell’indignazione facile e in questo periodo in cui è costretto a stare a casa, si indigna ancora più velocemente. La storia è questa: a partire dal 14 aprile i comuni di Sala Consilina, Polla, Caggiano, Atena Lucana e Auletta (i cosiddetti comuni del Vallo di Diano in provincia di Salerno) non sono più considerati zona rossa.

Per questo motivo il sindaco di Auletta, ispirato da una sfida virale che è imperversata soprattutto fra i giovani durante questa quarantena, ha invitato i sindaci delle altre città della ex zona rossa a partecipare a questa challenge: bere cinque bicchieri di birra e poi sfidare gli altri primi cittadini.

Qualcuno però non l’ha presa bene e molti utenti su Facebook hanno sostenuto che un comportamento del genere fosse del tutto fuori luogo. Ma è davvero così? O è solo un modo per liberarsi da un po’ di stress? Bisogna considerare che lo stesso sindaco di Auletta il 24 marzo scorso era risultato positivo al Coronavirus (lo aveva annunciato sempre durante una diretta su Facebook), per cui è perfettamente conscio della gravità del periodo.