di Manuela 8 Maggio 2020
capperi

Dal 27 maggio ci sarà una nuova Dop Italia in più: il Cappero delle Isole Eolie diventa ufficialmente un prodotto a Denominazione d’Origine Protetta. Già a fine novembre era arrivato l’annuncio che ben presto il Cappero delle Isole Eolie sarebbe stato iscritto nel Registro europeo delle eccellenze alimentari, ma ancora non si aveva una data precisa.

Il Made in Italy viene così ancora una volta riconosciuto in ambito europeo. La decisione, però, non è stata scevra di contestazioni. Secondo quanto è trapelato dal regolamento di esecuzione, la Commissione europea ha precisato di aver ricevuto una notifica di opposizione da parte dei comuni di Malfa, Leni e Santa Maria Salina. La notifica comprendeva anche una dichiarazione di opposizione motivata, ma la Commissione ha deciso di dichiararla irricevibile e di procedere con la registrazione.

Il che vuol dire che dal 27 maggio il Cappero delle Isole Eolie sarà ufficialmente una nuova Dop italiana. Aldo Natoli, presidente dell’associazione locale dei produttori di capperi, è ovviamente soddisfatto della notizia della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del Regolamento di esecuzione tramite il quale il Cappero delle Isole Eolie Dop viene iscritto nel registro delle Denominazione di Origine Protetta.

Il passo successivo a questo ambito riconoscimento di qualità sarà poi quello di tutelare e valorizzare il Cappero delle Isole Eolie Dop, offrendo così ai consumatori un prodotto di qualità. E auspica un ulteriore sviluppo e crescita sia per il prodotto che per il territorio.