di Marco Locatelli 26 Gennaio 2021
maiale

Prezzi altalenanti della carne suina con diverse spinte al rialzo, sia per quanto riguarda la produzione che le quotazioni. E così il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali cerca di correre ai ripari.

A livello europeo la situazione è drammatica, con un calo dei prezzi pari al 30% per le carcasse e del 40% per i suinetti, con tendenze ad ulteriori ribassi.

L’incertezza internazionale causata dall’attuale emergenza pandemica e la paura per il diffondersi della peste suina africana non fa di certo bene all’interesse dei Paesi importatori, in primis la Cina, dove già a inizio gennaio si sono registrati casi di stop all’importazione.

“Condividiamo le perplessità sulla possibilità di attivare misure di ammasso privato, che potrebbero anche aggravare la situazione al momento della reimmissione del prodotto sul mercato. Siamo invece più propensi a prendere in considerazione misure volte all’incentivazione della macellazione dei riproduttori -ha concluso L’Abbate – così da ridurre temporaneamente la pressione produttiva”

Fonte: ANSA