Carni bovine senza ormoni, trovato l’accordo tra UE e USA

Carni bovine senza ormoni, trovato finalmente l‘accordo di intesa tra UE e USA, anche se per la firma bisognerà aspettare ancora un po’. È quello che sottolinea una nota del Consiglio Agrifish, parlando della revisione degli accordi commerciali attualmente in vigore tra Unione Europea e Stati Uniti.

Il Consiglio Europeo dell’Agricoltura (Agrifish) è riuscito così a risolvere una controversia che andava avanti da tempo per quello che riguarda l’importazione dagli Stati Uniti d’America di carni americane di alta qualità. Secondo quanto riportato da AmviOggi, l’UE ha concesso agli USA 35mila tonnellate di importazioni, sul totale di 45mila, per quello che riguarda la carne bovina che deriva da animali che non sono stati trattati con ormoni promotori della crescita. Anche i fornitori devono avere la certificazione.

Questa quota viene garantita solo agli Stati Uniti, mentre secondo le regole dell’OMC-WTO, l’Organizzazione Mondiale del Commercio, la stessa quota doveva valere anche per fornitori non a stelle e strisce. Il nuovo accordo riguarderà solo i prodotti che seguono le linee guida dell’Unione Europea per quello che riguarda la sicurezza alimentare. E i prodotti saranno introdotti in un periodo di 7 anni.

L’accordo arriva dopo molti anni di controversie commerciali. Nel 1989, infatti, la UE aveva imposto delle misure alle esportazioni dall’America di carni con ormoni della crescita. Nel 2009 si era cercato di superare la situazione assegnando una quota alle carni bovine di alta qualità provenienti dagli USA. Accordo aggiornato nel 2014 e oggi superato con decisione del 15 luglio del Consiglio europeo dell’Agricoltura per favorire un’agenda commerciale transatlantica.

[Fonte: AmviOggi]

Avatar Patrizia

15 Luglio 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento