di Valentina Dirindin 28 Giugno 2019
marrot

L’hamburger vegano impazza in tutti gli Stati Uniti e non solo? Ecco che arriva la risposta dei carnivori: è Marrot, una carota fatta di carne, realizzata dal colosso dei fast food americani Arby’s.

Come l’impossible burger ha aspetto, forma e colore di un hamburger di vera carne, così Marrot ha tutto l’aspetto di una carota, ma è totalmente fatta di carne, nello specifico di petto di tacchino tritato, modellato a forma di carota, quindi cotto sotto vuoto in acqua bollente e cosparsi di “polvere di carota”, in modo da diventare arancione e avere anche un po’ di odore vegetale. Il gambo della carota, infine, è – insieme alla copertura di polvere di carota – l’unico elemento realmente vegetale del piatto: si tratta infatti di un ciuffetto di prezzemolo.

Uno scherzo, una trovata pubblicitaria o un nuovo settore di investimento per un mondo, quello del food, alla continua ricerca di novità interessanti? È ancora presto per stabilirlo, ma pare che Marrot (il cui nome è il risultato di una crasi tra le parole “carrot” e “meat”) sia solo il primo di una lunga serie di “megetables”, piatti che sembrano vegetali ma sono in realtà animali. Il senso dell’operazione, tuttavia, non ci è del tutto chiaro, magari si tratta di far mangiare un po’ di carne a quei bambini che adorano pazzamente le verdure, seppure fatichiamo a immaginare che esistano realmente tali infanti mitologici.

Eppure, Arby’s assicura che i “megetables” sono un’ottima proposta per una dieta equilibrata: secondo loro, infatti, il Marrot apporterebbe circa il 70% del fabbisogno giornaliero di vitamina A, la stessa che si trova nelle vere carote. Prodezze del mix tra pollo e polvere di carota, evidentemente. A questo punto, siamo pronti ad assaggiare un giorno un piatto di fast food all’incontrario, con un hamburger vegetale e un contorno animale. Anche se non siamo esattamente sicuri che l’esperienza sarà migliore dell’originale.

[Fonte: People | Immagine: Arby’s]