di Manuela 18 Agosto 2020
mascherina

E’ successo in una panetteria di Catania: il panettiere è stato picchiato dai clienti a cui aveva chiesto di indossare la mascherina così come previsto dalla normativa vigente anti diffusione Coronavirus. Tutto è accaduto il 17 agosto verso le ore 22.

I Carabinieri di pattuglia della stazione di Riposto sono dovuti intervenire dentro un panificio: qui il titolare della panetteria era stato aggredito da un uomo. Il motivo? Aveva chiesto a lui e alla sua famiglia di indossare le mascherine. Il 37enne, al posto di scusarsi e indossarla, si è scagliato contro il proprietario del panificio.

A questo punto i famigliari del panettiere sono accorsi per difendere l’uomo, ma l’aggressore si è gettato anche contro di loro. E’ a questo punto che sono intervenuti i Carabinieri, ma l’aggressore non ha desistito dal suo comportamento violento e ha spintonato rudemente anche i Carabinieri che stavano cercando di calmarlo.

I Carabinieri sono così stati costretti ad ammanettarlo per fare in modo che non facesse ulteriori danni- Questo perché sia il panettiere, sia i due famigliari (fra cui due donne) sono dovuti andare al Pronto Soccorso dell’ospedale di Acireale: qui sono stati diagnosticati diversi traumi e lesioni, tutti guaribili comunque entro dieci giorno.

L’uomo ora si trova agli arresti domiciliari: è stato arrestato con le accuse di lesioni personali, nonché resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Una cosa analoga è accaduta a Pesaro dove a Ferragosto, il gestore di un bar in uno stabilimento balneare, è stato minacciato dai clienti a cui aveva chiesto di rispettare le distanze di sicurezza e di utilizzare la mascherina.