di Valentina Dirindin 24 Dicembre 2019

Ammonta a 2,7 miliardi la spesa degli Italiani per il cenone di Natale, con una crescita di 100 milioni in più sullo scorso anno.

I dati sono stati stimati da un’indagine condotta dal Centro Studi di Confcooperative, ma anche Coldiretti stima che gli Italiani, quest’anno, spenderanno in media 98 euro a famiglia per preparare i pasti delle feste, con un aumento di spesa del 9% rispetto al 2018. Gli Italiani, tradizionalisti, trascorreranno il cenone delle feste rigorosamente a casa (almeno, lo faranno nove su dieci tra gli intervistati), mentre un po’ più di loro usciranno dalle loro tane per Capodanno, festività in cui si stima che all’incirca la metà dei nostri connazionali opterà per una cena fuori.

Imperdibile in ogni pranzo o cena natalizia almeno una bottiglia di bollicine, che anche Coldiretti conferma come immancabile sul 91% delle tavole italiane., per un totale di 70 milioni di bottiglie vendute quest’anno, con una crescita del 10% sul 2018. Secondo Coldiretti, nell’eterna sfida tra i dolci natalizi, panettone batte pandoro con un 79% contro 72% delle preferenze. Per quanto riguarda il menu, Confcooperative prevede che in cima ai consumi ci siano vongole e frutti di mare per i primi piatti, con una spesa di 110 milioni di euro; ancora pesce per i secondi (455 milioni); carne, salumi e uova (530 milioni); vini, spumanti e prosecchi (440 milioni); frutta, verdura e ortaggi (410 milioni); pasta, pane, farina e olio (225 milioni; formaggi freschi e stagionati italiani (115 milioni). Chiuderà il paniere il carrello dei dolci composto da panettone e pandoro in primis, oltre alle tantissime specialità dolciarie regionali (420 milioni).

[Fonte: Ansa Terra & Gusto]