di Valentina Dirindin 19 Luglio 2020
Giorgio Locatelli

Chef Giorgio Locatelli dà ragione al viceministro all’Economia Laura Castelli sulla tanto dibattuta questione di ristoranti e ristoratori.

Giusto per riepilogare, nel caso siate vissuti sulla luna nelle scorse 48 ore, la deputata in quota Movimento 5 Stelle si era lasciata andare a un’esternazione sul futuro della ristorazione italiana che – strano ma vero – non è proprio andata giù ai ristoratori. “Le persone hanno cambiato il modo di vivere e bisogna tenerne conto e aiutare gli imprenditori creativi a muoversi verso nuovi business”, aveva detto il viceministro durante un intervento al Tg2 Post suggerendo, in pratica che se i ristoranti sono in crisi a causa del Covid-19 è ora di pensare a spostare gli affari altrove.

“Mi piacerebbe non dare ragione alla viceministra Castelli”, ha detto il giudice di Masterchef, raggiunto nella sua Londra dall’Adnkronos. “Ma c’è una buona quantità di verità in quello che dice. Non è un approccio gentile, è un approccio a gamba testa, ma è reale”.

In fondo, dice Locatelli portando la sua personale esperienza, anche a Londra “i numeri non sono gli stessi ed è obbligatorio cambiare”. “Chi sta pagando il prezzo più alto sono i ristoranti di classe media, che lavoravano sui grandi numeri in centro, soprattutto a pranzo. Perché gli affitti sono altissimi e il pubblico decimato anche dallo smart working”, ha aggiunto chef Locatelli.

[Fonte: Adnkronos]