di Valentina Dirindin 22 Maggio 2020
officina del tortellante modena bottura

Lo chef Massimo Bottura ha voluto essere personalmente presente alla prima lezione di tortellini fatti a mano dai ragazzi autistici dell’Officina del Tortellante. Il progetto dello chef (che ha recentemente vinto il Webby Awards con il suo Kitchen Quarantine) è quello di un laboratorio terapeutico – abilitativo dove giovani e adulti nello spettro autistico imparano a produrre pasta fresca fatta a mano (e non solo, sono tante le attività messe in piedi per loro, non esclusivamente legate all’ambito culinario).

Avviato a gennaio 2016, con ventiquattro famiglie coinvolte e una produzione di pasta di qualità ben avviata, il laboratorio del Tortellante si era però dovuto ovviamente fermare per il lockdown. Come tante realtà dedicate alla disabilità, lo stop aveva significato in queste settimane lasciare a casa i ragazzi coinvolti, privandoli della formazione e del supporto sociale, con il rischio di vanificare molto del lavoro fatto fino a ora.

Ieri però i ragazzi hanno ripreso con il sorriso a fare la pasta, a lezione dalle vere “sfogline” modenesi, le maestre della chiusura a mano del tortellino. Per l’occasione era presente lo stesso Massimo Bottura che, con mascherina e distanziamento sociale, ha fatto il suo in bocca al lupo per la ripresa delle attività.

[Fonte: Corriere della Sera]