di Manuela 22 Dicembre 2020
vongole

A Chioggia la Guardia di Finanza ha sequestrato 2.100 kg di vongole pescate illegalmente. Inoltre è anche stato multato l’armatore della motopesca.

La Guardia di Finanza ha attivato un servizio di controllo relativo alla pesca abusiva di molluschi bivalvi nell’intera laguna di Venezia.

Esaminando i dati e la situazione, i militari hanno scoperto che tutta l’operazione di pesca abusiva aveva come fulcro un motopeschereccio sprovvisto di equipaggio che era ormeggiato in una zona di basso fondale vicino al comune di Chioggia.

Imbarcazioni più piccole si occupavano della pesca vera e propria. Queste, poi, trasbordavano i molluschi sul motopeschereccio più grande. In questo modo, le imbarcazioni più piccole, non avendo del pescato a bordo, non potevano essere multate.

Tuttavia i finanzieri sono riusciti a documentare e testimoniare tutti i passaggi, incluso il trasbordo dei molluschi dalle barche piccole al motopeschereccio. Il risultato delle indagini è stato, così, il sequestro di 2.100 kg di vongole: essendo ancora vitali, sono subito state rigettate in acqua.

E’ poi anche scattata la multa per l’armatore del motopeschereccio, ritenuto responsabile della pesca abusiva.

Sempre a proposito di vongole, ricordiamo che a maggio scorso a Bacoli sono stati sequestrati 40 kg di vongole pescate illegalmente di frodo nell’inquinato Lago Fusaro.