di Manuela 1 Ottobre 2020
food delivery

C’è fermento nel settore del cibo a domicilio in quanto The Fork ha imposto l’obbligo di pagamento tramite app, cosa che ha fatto arrabbiare i ristoranti che adesso stanno protestando.

La Fipe ha fatto sapere che dal 7 ottobre l’app ha reso obbligatori i pagamenti tramite The Fork Pay. Questo sistema di pagamento permette di pagare il conto tramite app, solo che ha commissioni maggiori rispetto a quando si paga con bancomat o carta di credito, con tempi di accredito decisamente più lunghi.

Fino ad ora gli utenti potevano scegliere se pagare tramite The Fork Pay o tramite opzioni di pagamento scelte dai ristoranti convenzionati. Ma tutto questo durerà solo ancora per una settimana: dal 7 ottobre si potrà pagare solo con The Fork Pay.

Come dicevamo, però, Fipe e Confcommercio stanno contestando tale scelta: le commissioni con questo sistema salgono al 3% contro l’1-2,5% delle altre carte. In aggiunta con The Fork Pay i ristoratori devono aspettare qualche giorno prima che i soldi vengano caricati sui conti correnti, creando problemi per gli approvvigionamenti.

Lo stesso Aldo Cursano, vicepresidente vicario di Fipe, ha parlato di condizioni “irricevibili”: al posto di aiutare ad incrementare la liquidità per le imprese e ridurre i costi, stanno procedendo nella direzione contraria.