di Valentina Dirindin 21 Luglio 2020
Walt Disney World a Orlando

A DisneyWorld saranno proibiti i cibi da passeggio, come nuova norma di prevenzione dal contagio di Coronavirus. La disposizione di per sé potrebbe sembrare strampalata, ma ha invece una motivazione molto semplice e logica: proibendo lo street food si eviterà che le persone possano togliersi le mascherine per mangiare mentre passeggiano. Troppi ancora i turisti che venivano pizzicati in giro senza mascherina, e le scuse utilizzate avevano sempre a che fare con cibo e bevande da asporto.

Per questo il più celebre parco dei divertimenti del mondo prende provvedimenti, e obbliga tutti i visitatori a consumare i loro pasti esclusivamente al tavolo. D’ora in avanti e fino a fine emergenza, nel parco di Orlando si potrà mangiare e bere solo se fermi o seduti ai punti di ristoro, e per tutto il resto del tempo bisognerà indossare – senza alcuna eccezione – i dispositivi di protezione individuale.
Non è una precauzione eccessiva: DisneyWorld in questo momento si trova nel mirino dei molti che additano la sua riapertura come possibile concausa dell’impennata di casi in Florida.

Lo stato americano, infatti, a fronte di numeri di contagi che non accennano a diminuire, ha già attivato un nuovo lockdown, con il divieto di assembramenti nei bar e il coprifuoco per tutti i tipi di locali dalle 22 alle 6.

[Fonte: Ansa]