di Manuela 13 Gennaio 2021
cibus

Buone notizie da parte di Cibus 2021: è stata confermata la XX edizione. Solo che ancora non si sa quando si svolgerà: è stato, infatti, indetto un sondaggio per decidere le date.

Il Salone Internazionale dell’Alimentazione in teoria era slittato in precedenza al 4 maggio a causa della pandemia da Coronavirus. Solo che adesso, visto l’andamento della curva epidemiologica e a causa delle restrizioni, è stato deciso di spostare la data più avanti.

Si è ipotizzato o metà giugno o direttamente a inizio settembre. Per decidere è stato indetto un sondaggio a cui potranno partecipare sia le aziende espositrici che i buyer nazionali e internazionali. Anzi, in realtà i sondaggi sono due: uno è dedicato agli espositori di tutti i settori alimentari, l’altro è composto da un panel di 1.500 buyer provenienti da tutto il mondo.

Se venisse scelta la data di giugno, Cibus aprirebbe prima di Vinitaly, mentre se si optasse per settembre, ecco che anticiperebbe il Salone del Mobile. Ovviamente, però, la scelta della data dovrà tener conto dell’andamento della pandemia, della campagna vaccinale e delle relative restrizioni. Tuttavia Fiere di Parma e Federalimentare sono ottimiste e sperano di poter a breve comunicare una data ufficiale.

Per ora si sa che il 95% delle tremila aziende che avevano già prenotato uno stand per Cibus 2020 (edizione poi cancellata), ha confermato la propria presenza. Inoltre pare che Cibus 2021 intenda essere una fiera in presenza. Pandemia permettendo, si intende.