di Manuela 9 Aprile 2021
cibo cinese

Andiamo in Cina perché qui sembra abbia già riaperto anche la Fiera sul Food and Drinks di Chengdu, capitale della provincia sud-occidentale del Sichuan. Ed è una fiera in presenza. Si tratta della 104esima edizione del China Food&Drinks, una delle più importanti manifestazioni cinesi (l’edizione dell’anno passato era stata cancellata a causa dell’epidemia da Coronavirus e relative restrizioni).

È iniziata il 7 aprile e ci si aspetta un gran afflusso di gente considerando che solo a Chengdu vivono più di 14 milioni di persone. La fiera si sta svolgendo in presenza, con tanto di degustazioni, stand e presentazioni.

Ovviamente, per poter accedere, all’ingresso vengono controllati i codici sanitari presenti sullo smartphone (che attestano che si è negativi e non si è venuti a contatto con positivi o che non si proviene da zone focolaio: altro che l’app Immuni qui da noi!) e la maggior parte dei partecipanti continua a indossare la mascherina (ma ce ne sono anche parecchi che girano tranquillamente con il dispositivo di protezione individuale abbassato). Tuttavia le immagini immortalate da France Presse parlano chiaro: gli assembramenti in Cina sono tornati ad essere normali.

In Cina, dunque, paese di origine della pandemia, la situazione sembra che stia tornando alla normalità se si riescono a organizzare eventi del genere che attirano parecchia folla. Mentre qui da noi ancora si disquisisce se riaprire i ristoranti dopo le 18. O se sia lecito vaccinare operatori sanitari under 70 dopo aver appena inserito l’obbligo di vaccinazione per tutte le categorie di operatori sanitari.

[Crediti Foto | CC BY-SA 2.5 es, Link]