di Valentina Dirindin 27 Agosto 2020
sushi

Erano in sette al ristorante cinese, hanno mangiato in quantità, come prevedeva la formula “all you can eat”, e poi anziché pagare hanno lasciato un biglietto razzista.

Succede a Ciriè, in un ristorante di cucina cinese e giapponese come tanti, con una formula “mangia quello che vuoi con servizio al tavolo” a 9,90 euro. Una tavolata di ragazzi si siede al ristorante “Majide” e consuma il suo pasto, ma quando arriva il conto da 180 euro decide di non pagare.

Come spesso si fa, il gruppetto decide di lasciare il conto sul tavolo, si alza e prende la porta. I camerieri devono aver pensato che i soldi fossero stati lasciati insieme al conto, ma invece hanno trovato un increscioso biglietto scritto a mano.

“La put*** di tua mamma, cinesi di merda ci avete portato il covid” avevano scritto i ragazzi prima di uscire. Evidentemente, nelle loro testoline, il mangiare del sushi a scrocco era un buon risarcimento per una pandemia, sempre che per qualcosa del genere si possa incolpare qualcuno. Immediata la denuncia dai carabinieri di Ciriè da parte dei titolari del ristorante.

Ora, probabilmente, i ragazzi che hanno scritto questo biglietto stanno ridendo un po’ meno della loro bravata goliardica, mentre le autorità cercano di rintracciarli utilizzando i video delle telecamere a circuito della zona.

[Fonte: La Repubblica]