di Valentina Dirindin 18 Agosto 2019
coca cola ungheria

La Coca Cola è stata improvvisamente boicottata in Ungheria, per colpa di una pubblicità gay friendly lanciata nelle scorse settimane dall’azienda americana.

La nuova campagna pubblicitaria della celebre bevanda (nella versione Coca Zero, quella senza zucchero) è stata infatti presentata durante il festival musicale Szieget di Budapest (che quest’anno ha come claim proprio “Love Revolution”) e raffigura una serie di coppie gay che condividono una bottiglia di Coca Cola, con lo slogan “Zero sugar, Zero Prejudice” (zero zucchero, zero pregiudizi).

I nuovi manifesti pubblicitari non sono però piaciuti a Fidesz, il partito conservatore del primo ministro in carica Viktor Orbán, che ha chiesto di boicottare la bevanda.
È stato proprio il vicepresidente del partito ungherese, István Boldog, a chiedere di cominciare un boicottaggio di tutti i prodotti della Coca Cola, per protestare contro una campagna pubblicitaria da lui definita “provocatoria”.

Coca Cola ha risposto con una nota in cui ha spiegato la linea dell’azienda sul tema: “Crediamo che le persone sia etero sia omosessuali abbiano il diritto di amare la persona che vogliono nel modo che desiderano” ha dichiarato il Coca Cola in una nota.

[Fonte: Il primato nazionale]