di Valentina Dirindin 19 Ottobre 2019

Non siamo dei collezionisti di bottigliette, ma la nostra prima reazione alla notizia è stata gridare “la voglio”: in Campania la Coca Cola sta preparando un’edizione limitata con i soggetti della smorfia.

Pulcinella, la tavola imbandita, la festa e tutto il resto: certo, i puristi napoletani sosterranno che i soggetti della smorfia sono stati “italianizzati”, nel nome e nel significato, ma l’idea è comunque divertente ed è un omaggio della multinazionale del beverage alla Campania, regione dove – secondo la ricerca condotta da SDA Bocconi School of Management – la Coca Cola ha un legame storico, al punto da aver distribuito nel 2018 risorse per un totale di circa 32 milioni di euro, così suddivise: 18 milioni di euro alle famiglie, 13,8 milioni di euro alle imprese e 0,21 milioni di euro allo Stato, con oltre duemila persone che, professionalmente, dipendono parzialmente o totalmente dai redditi di lavoro generati dalla presenza di Coca-Cola nella regione (a Marcianise, in provincia di Caserta, c’è  il più grande insediamento produttivo Coca-Cola nel Sud Italia).

A essere interessate dall’operazione di restyling in edizione limitata saranno le bottigliette di vetro da 33 cl di Coca-Cola Original Taste e Coca-Cola Zero, che verranno “vestite” con sei diversi soggetti recuperati dalla smorfia e rivisitati dagli studenti del corso di Grafica e Web Design della Scuola Comics di Napoli. La limited edition sarà disponibile a partire da novembre.

[Fonte e immagine: La Repubblica]