di Valentina Dirindin 19 Marzo 2020
martini cocktail alcolico

I bar di New York, dopo le chiusure per l’emergenza Coronavirus, si stanno attrezzando per fare servizi di delivery sui cocktail. Esattamente come accade in tanti ristoranti italiani e non solo, ognuno fa quello che può per salvare il salvabile, e una soluzione per contenere le perdite è indubbiamente il servizio a domicilio.

Ma non è così facile, viste le nuove regole che non permettono la consegna di alcolici a domicilio, a meno che non siano accompagnati al cibo. Ma, come succede un po’ ovunque, fatta la legge trovato l’inganno, visto che è una questione di sopravvivenza. Una soluzione che sta andando per la maggiore, infatti, in questo primo momento di incertezza, è quella di abbinare vini costosi e ricettati di mixology al delivery di cibo.

Il Tokyo Record Bar a Greenwich Village, ad esempio, ha iniziato a vendere bento box da venti dollari abbinate a bottiglie di spumanti e champagne. Il Patent Pending invece abbina a ogni ordine di cocktail un sacchetto di patatine e con un ordine di più di 50 dollari si riceve omaggio anche un rotolo gratuito di carta igienica, uno degli articoli più popolari e ricercati nei supermercati in questo periodo di panico diffuso.

[Fonte: Eater]