di Marco Locatelli 25 Giugno 2020

Spesso, al ristorante, è il cameriere a consigliare ai commensali come abbinare ai piatti scelti la birra artigianale o il vino giusti. Ma grazie all’applicazione Combivino sarà possibile trovare la giusta soluzione anche tra le mura di casa. Abbinamenti curati da Salvatore Cosenza, degustatore di birre artigianali e food writer con la collaborazione dell’Unione Degustatori Birre.

L’applicazione, che ha già quasi raggiunto i 10.000 download, offre combinazioni fra 1.500 alimenti con 76 stili birrari e 500 tipi di vino. “Per ogni piatto – si legge nella pagina dell’app – abbiamo selezionato dei vini in abbinamento, secondo una classificazione del vino in commercio in 6 categorie e 45 tipologie. Gli elementi centrali sono il corpo e la nota organolettica prevalente, quella percezione cioè che spicca rispetto alle altre. Il corpo va di pari passo con la struttura della pietanza, mentre la nota organolettica si accorda con le sue caratteristiche tattili e aromatiche”.

Due le opzioni disponibili con l’app Combivino: “Abbinamento Multiportata” che consente di trovare un vino in abbinamento per un solo piatto o per tutte le portate che arriveranno in tavola e “Degustazione” che permette di degustare più vini rispettando il corretto ordine di degustazione.

“Combivino – si legge sulla pagina dello store – è una app per tutti. Gli utenti meno esperti potranno approcciarsi al vino e alla birra in maniera più corretta grazie ai nostri suggerimenti, i veri intenditori potranno sfidarci e sfidarsi con gli abbinamenti più audaci”.