di Marco Locatelli 7 Ottobre 2020
supermercato

Le famiglie italiane in difficoltà per via della crisi economica causata dalla pandemia e così volano gli acquisti di cibo low cost nei discount alimentari, che fanno segnare un balzo record del 4,8% delle vendite. Un risultato che su base annua è secondo solo a quello registrato dal commercio on line.

È quanto emerge da una analisi Coldiretti divulgata in occasione della diffusione dei dati Istat sul commercio al dettaglio nel mese di agosto.

Una situazione che – sottolinea la Coldiretti – evidenzia la situazione di difficoltà in cui si trovano le famiglie italiane che orientano le proprie spese su canali low cost.

Gli alimentari – precisa la Coldiretti – registrano una sostanziale tenuta nel commercio al dettaglio anche per effetto del crollo dei consumi fuori casa in bar, ristoranti e mense per la preoccupazione del contagio, lo smart working e le minori disponibilità economiche che hanno favorito l’acquisto di alimenti da consumare tra le mura domestiche.

Il bilancio resta comunque pesantemente negativo secondo la Coldiretti che evidenzia un taglio complessivo della spesa a tavola degli italiani, a casa e fuori casa, di ben 24 miliardi nel 2020 per effetto dell’emergenza coronavirus, sulla base delle elaborazioni su dati Ismea.