18000 uova e sei quintali di pesce sequestrati: è lo sconcertante risultato di un giro di controlli dei Nas nelle province di Torino, Napoli e Viterbo.

Per quanto riguarda le 18.000 uova sequestrate, il fatto è avvenuto nelle zone di Torino e Viterbo, dove i Nas hanno trovato confezioni sulle quali veniva riportata una data di deposizione diversa da quella reale e hanno scoperto un centro imballaggi non solo sprovvisto di registrazione all’Autorità, ma dove inoltre venivano confezionate uova la cui origine e qualità dichiarate non corrispondevano al vero.

Oltre ai sequestri della merce, sono state denunciate alle autorità tre persone. Ancora, a Viterbo, un controllo dei Nas ha portato a una segnalazione all’Autorità Giudiziaria per maltrattamento di animali, dopo che gli agenti hanno riscontrato in un allevamento di galline condizioni igieniche pessime, al punto da determinare il decesso di diversi animali.

A Napoli, invece, il Comando per la Tutela della Salute ha effettuato una serie di controlli presso un esercizio commerciale nell’hinterland partenopeo, al seguito dei quali sono state posti sotto sequestro giudiziario circa sei quintali di pesce e carne (per un valore pari a circa 30mila euro), trovati in cattivo stato di conservazione al punto da essere addirittura “invase da parassiti”, come riporta l’Ansa.

[Fonte: Ansa Terra & Gusto]

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento