di Dissapore Dissapore 2 Giugno 2021
coop

Una perdita di 138 milioni nel 2020, che sommata a quella dei due anni precedenti fa 591 milioni di rosso: sono i dati che riguardano il bilancio di Coop Alleanza 3.0. Si tratta della cooperativa più grande tra quelle che compongono la galassia Coop in Italia, con punti vendita in tutta la penisola, dal Friuli alla Sicilia, ma concentrati soprattutto sul versante adriatico. Si tratta in realtà di una buona notizia, perché la tendenza è al continuo miglioramento: le perdite sono state di 164 milioni di euro nel 2019 e di 289 milioni di euro nel 2018. Tanto che per quest’anno si prevede un negativo di soli 20 milioni, e nel ’22 dovrebbe finalmente arrivare il pareggio di bilancio o la produzione di utili.

Mario Cifiello, presidente di Coop Alleanza 3.0, dichiara: “Le bottiglie di spumante restano in frigo e verranno stappate quando il bilancio sarà in utile e saremo in grado di farlo dal 2022, avvicinandoci molto pero’ già da quest’anno. Di fronte a una congiuntura sanitaria ed economica senza precedenti abbiamo sempre messo al centro i valori e l’identità cooperativa. Spirito che ci ha consentito di proseguire nei piano di risanamento e di rilancio cercando di adattarlo a questo scenario in continuo cambiamento. Il cambio di passo veramente notevole della gestione commerciale è il vero cuore pulsante della cooperativa, una garanzia per il futuro”. Tra il 2022 e il 2023 Coop Alleanza prevede l’apertura di vari nuovi negozi soprattutto in Emilia-Romagna.