di Valentina Dirindin 25 Agosto 2020
coop

Denunciato un grave episodio di razzismo dal sindacato Filcams Cgil e dalla rsu del supermercato Coop di Pistoia. A quanto raccontano gli addetti, pare che un cliente abbia rifiutato di farsi servire da una commessa semplicemente a causa del colore della sua pelle: la dipendente del supermercato, infatti, era nera.

“Apprendiamo con sconcerto che nei giorni scorsi si è verificato un brutto episodio alla Coop di Pistoia, che non esitiamo a chiamare col suo nome: episodio di razzismo”, raccontano i sindacati in una nota. “n cliente, davanti al banco gastronomia, in presenza di altri clienti e degli addetti, ha affermato di non voler essere servito dall’addetta in quel momento disponibile, perché “nera””. È quanto denunciano i sindacati, che commentano l’episodio condannandolo con fermezza. “Lo riteniamo un atto di estrema gravità, da condannare con forza. Fortunatamente Unicoop Firenze assume i suoi addetti in base alla capacità professionale e non certo in base al colore della pelle”.

La richiesta di coloro che espongono la denuncia è quella, nei confronti dei responsabili della catena, “di agire nei confronti di questo “cliente”, nelle modalità opportune per la tutela dei propri dipendenti”.

“Siamo convinti che ogni episodio di razzismo vada denunciato”, proseguono nella nota i sindacati, “perché “lasciar correre” significa accettare un modo di pensare che accettabile non può essere. Siamo tutti uguali, ognuno con le proprie caratteristiche fisiche, ma con gli stessi diritti, come dispone la nostra Costituzione agli articoli 2 e 3, nei suoi principi fondamentali. Per quanto ci riguarda – conclude la Cgil – esprimiamo solidarietà e vicinanza nei confronti della nostra collega oggetto dell’attacco razzista”.

[Fonte: Il Tirreno]