Corea del Sud, due minatori intrappolati sopravvivono nove giorni mangiando polvere di caffè

Due minatori intrappolati in una miniera in Corea del Sud sono sopravvissuti per ben nove giorni cibandosi di polvere di caffè.

corea sud minatori caffè

Cosa fareste se vi trovaste intrappolati per nove giorni intrappolati in una miniera? No, guardarsi Netflix mentre si aspettano i soccorsi non è una buona strategia – e vogliamo credere che, potendo scegliere, la connessione internet sarebbe usata prima per chiedere aiuto. Piangere? Comprensibile, sì, ma anche qui: pessima strategia. Fingersi Bear Grills e tentare di sopravvivere mangiando polvere di caffè e dormendo in una tenda di plastica? Difficile, forse impossibile… Eppure è esattamente quello che hanno fatto due minatori in Corea del Sud, rimasti intrappolati in una miniera di zinco.

caffè e chicchi

Acqua del soffitto e caffè

I due uomini, di 62 e 56 anni, sono riusciti a riscaldarsi accendendo un fuoco e a mantenersi in vita bevendo l’acqua che filtrava dal soffitto e mangiando, come accennato, polvere per preparare il caffè istantaneo. Stando a quanto riportato dai media locali rimasero bloccati a quasi 200 metri sottoterra il 26 ottobre, e sono successivamente stati salvati nella notte del 4 di novembre, quando sono poi stati portati in un ospedale medico. Il presidente Yoon Suk-yeol ha definito il loro salvataggio “veramente miracoloso”, e i medici hanno dichiarato che, con ogni probabilità, si sarebbero ripresi completamente.  L’operazione di salvataggio è iniziata giovedì quando i soccorritori hanno praticato un buco e inserito una piccola telecamera nel tentativo di localizzare i minatori, secondo l’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap; e i due furono scoperti seduti spalla a spalla per tenersi al caldo, in una camera spaziosa dove si incontrano diversi pozzi minerari.