di Valentina Dirindin 27 Giugno 2020
chiuso

In Texas ci si avvia verso un nuovo lockdown per il Coronavirus, con la chiusura di bar e nuove restrizioni per i ristoranti. Nello Stato americano infatti si registra una preoccupante ondata di nuovi contagi, con una media di 5400 nuovi casi segnalati al giorno. Il governatore dello Stato, Greg Abbott, ha dunque dovuto annunciare l’interruzione della cosiddetta “Fase 2” e un ritorno alle chiusure.

Una decisione particolarmente significativa, se si pensa che il Texas era stato uno degli Stati a ricominciare prima con una riapertura graduale delle attività. Qualcosa, però, non ha funzionato, e di fronte a un’impennata di contagi simile è stato necessario prendere nuove misure restrittive per tentare di arginare la situazione prima che l’epidemia dilaghi ulteriormente. Bar, attività ricreative e molti esercizi commerciali non potranno aprire le saracinesche, mentre si salvano i ristoranti, anche se con l’obbligo di ridurre la loro capacità del 50%.

Il governatore, argomentando la scelta di un nuovo lockdown, ha puntato il dito proprio contro i luoghi di ritrovo: “In questo momento è chiaro che l‘aumento dei casi è in gran parte legato ad alcuni tipi di attività, tra cui gli assembramenti dei texani nei bar“, ha detto Abbott.

[Fonte: TgCom 24]