di Valentina Dirindin 22 Luglio 2020
mangiare in Perù

Riaprono dopo il lockdown i ristoranti del Perù, terra dalla grandissima tradizione gastronomica celebrata in tutto il mondo. La chiusura dei locali nel Paese, tra i più colpiti dell’America Latina dal Coronavirus, è durata ben quattro mesi.

Molti ristoranti, come purtroppo accade in tutto il mondo, non riusciranno a superare un così lungo periodo di inattività, e non rialzeranno mai più le serrande, anche se in queste settimane hanno potuto provare a tenere in piedi i bilanci grazie alla vendita d’asporto e alle consegne a domicilio. È ancora presto per fare dei bilanci precisi, ma quel che è certo è che anche in Perù il Coronavirus ha duramente colpito il settore della ristorazione, che stava diventando negli ultimi anni un importante elemento di attrazione turistica internazionale.

I ristoranti peruviani, un po’ come accade in diverse parti del mondo, potranno riaprire ma dovranno seguire rigide norme per la prevenzione della diffusione del Coronavirus. Potranno tenere fino al 40% dei coperti, e dovranno obbligare dipendenti e clienti all’utilizzo delle mascherine.

“Siamo pronti ad aprire con tutto l’ottimismo e ad incontrare nuovamente tutti i nostri clienti”, ha detto in occasione della riapertura Blanca Chávez, presidente dell’Associazione degli hotel e dei ristoranti del Perù.

[Fonte: Gestion Perù]