di Valentina Dirindin 18 Marzo 2020
Alcol in discoteca

Gli Inglesi continuano a non credere nel pericolo Coronavirus, e in UK pub e discoteche continuano a essere pieni di gente. Lo riportano i media locali, che fotografano e documentano night club e locali affollati a Londra , Newcastle e Manchester, senza che nessuno rispetti neanche minimamente le distanze di sicurezza. Grandi brindisi con birre e chupito, balli cheek to cheek e tutto il resto: la Gran Bretagna, evidentemente, non ha intenzione di cedere alla paura e alla prevenzione del virus che ha portato la pandemia in tutto il mondo. È solo questione di tempo prima che realizzino la situazione o hanno ragione loro?

Non è dato saperlo, ma il mood generale sembra essere quello di prendere sottogamba ogni raccomandazione, come dimostrano anche le affermazioni del padre di Boris Johnson che afferma di voler continuare ad andare al pub, pur essendo un ultrasettantenne e quindi considerato appartenente a una categoria a rischio. Eppure, il governo britannico ha severamente avvisato la popolazione, dopo un primo momento di tranquillità, a evitare situazioni sociali se non assolutamente necessario. E, se alcuni dei migliori club della capitale hanno deciso di chiudere temporaneamente per proteggere la salute pubblica, così non vale per molti altri, che approfittano invece della maggior affluenza di pubblico.

[Fonte: Daily Mail]