di Valentina Dirindin 4 Luglio 2020
Pub Beatles, interni

Dopo tre mesi di lockdown l‘Inghilterra riapre finalmente i suoi pub. Il ritorno alla normalità, in UK, passa necessariamente da qui: dalla pinta bevuta dopo il lavoro. Quindi, lentamente, si torna alla vita: i pub riapriranno già oggi in Irlanda del Nord e da lunedì anche in Scozia e Galles.

La Beer and Pub Association britannica spera che la riapertura riguardi almeno l’80% dei 28 mila pub inglesi, e sostiene che potrebbero volerci anche dodici mesi prima che il mercato torni alla normalità. Così come è accaduto in Italia, infatti, non tutti i pub riapriranno oggi, nonostante la possibilità di farlo.

In molti aspetteranno di vedere come evolve la situazione, magari per attrezzarsi al meglio per la riapertura. Qualcuno, invece, non riaprirà proprio le serrande, caduto drammaticamente sotto la scure della crisi sanitaria ed economica. Intanto, le previsioni per il fine settimana parlano di 6,5 milioni di clienti che si riverseranno nei pub, e per questo il premier britannico Boris Johnson ha invitato alla prudenza.

Johnson resta convinto che il Paese non sia “ancora fuori pericolo”, malgrado il calo dei contagi e, prega che la riapertura dei pub nel Paese avvenga nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale.

[Fonte: Agi]