di Valentina Dirindin 26 Marzo 2020
floyd cardoz

Lo chef Floyd Cardoz, uno dei primi a far conoscere la migliore cucina indiana agli Stati Uniti, è morto a causa del Coronavirus. Il cuoco cinquantanovenne era ricoverato al Mountainside Hospital di Montclair, nel New Jersey.

Floyd Mark Cardoz, nato e cresciuto a Mumbai, in India, guidava la cucina del celebre Bread Bar at Tabla di New York. Cardoz incontrò sua moglie, Barkha, quando erano entrambi studenti della scuola alberghiera di Mumbai, quindi iniziò a lavorare per il prestigioso gruppo di hotel Taj. Poi, ha continuato a studiare l’alta cucina europea in Svizzera, fino a quando, nel 1988, la coppia è emigrata negli Stati Uniti per iniziare la propria avventura al Tabla.

“Questo è cibo americano, visto attraverso un caleidoscopio di spezie indiane”, aveva scritto del ristorante il New York Times poco tempo dopo l’apertura. Il suo socio nel ristorante ha ricordato la sua perseveranza nella sua visione di cucina indiano-americana, anche quando – all’inizio – le recensioni erano negative o i piatti subivano critiche.

“Era un super palato, un uomo di buon cuore, incredibilmente testardo”, ha dichiarato Meyer in una nota. “Non ha mai perso una volta il suo senso dell’amore per coloro con cui ha lavorato, seguito e di cui si è preso cura”.

[Fonte: New York Times]