di Valentina Dirindin 16 Ottobre 2020
supermercato

Avanza la paura di un nuovo lockdown, e la gente torna a fare le code davanti ai supermercati. Succede a Firenze, dove alcune immagini documentano un nuovo assalto ai supermercati per le scorte di cibo in caso si opti per una nuova chiusura delle attività.

Una scena che si era già vista giorni fa a Napoli, a fronte delle prime minacce di chiusura da parte del presidente della Regione Vincenzo de Luca, e che oggi si ripete nel capoluogo toscano. Evidentemente, la paura di un nuovo lockdown imminente da parte dei consumatori influenza già le dinamiche di acquisto, come dimostra anche il razionamento del lievito che abbiamo scoperto facendo la sepsa sull’e-shop di Esselunga.

Le grandi insegne della Gdo, comunque, tendono a rassicurare i consumatori: non c’è nulla da temere, ripetono sin dall’inizio di questa pandemia, assicurando che nei mesi si sono organizzate ancora meglio per accontentare le esigenze dei clienti e smaltire le code all’esterno dei negozi.

Anche perché, bisogna dirlo, restare ore in fila fuori da un supermercato ad aprile non è la stessa cosa che farlo a dicembre, e allora speriamo davvero che i sistemi di spesa online si facciano trovare più pronti ed efficienti rispetto a quanto non era accaduto durante la prima ondata di Coronavirus che ha investito l’Italia.

Perché, anche se magari riusciremo a scongiurare un secondo lockdown, è indubbio che sempre più persone ricorreranno a sistemi virtuali per fare la spesa, sia perché magari in isolamento domiciliare, sia perché semplicemente spaventate all’idea di uscire di casa.

[Fonte: La Repubblica]