di Manuela 12 Giugno 2020
Bicchieri plastica

Cortina dice basta all’uso della plastica nei ristoranti a partire da luglio. Ma non finisce qui: tutto il settore della ristorazione e del turismo rinuncerà alla plastica per fare posto a contenitori, cannucce e stoviglie in materiali biodegradabili e compostabili.

Tutto merito di un’ordinanza comunale che interesserà le attività di ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande, le organizzazioni turistiche che forniscono anche cibi e bevande, gli enti, le associazioni e i privati che organizzano sagre, feste e eventi.

L’ordinanza elimina del tutto l’uso della plastica monouso da parte degli esercenti e delle associazioni che, in una maniera o nell’altra, si occupano della somministrazione di alimenti e bevande. Il tutto avverrà seguendo le linee concordate con la “Strategia Europea per la plastica” lanciata dalla Commissione Europea a a gennaio 2018.

Paola Coletti, Assessore del Comune, ha spiegato che non sarà facile cambiare un’abitudine radicata come quella dell’uso della plastica monouso perché fa parte della quotidianità. Tuttavia è dovere di tutti contribuire alla riduzione dell’uso della plastica: il solo riciclaggio non basta, bisogna ridurne la produzione. Inoltre bisogna anche spingere i produttori a usare materiali che siano biodegradabili e compostabili.

Per Cortina si tratta, in realtà, di un ritorno alle origini: nei rifugi, fino a qualche anno fa, era normale usare bicchieri e caraffe in vetro, di plastica se ne usava pochissima.