di Dissapore Dissapore 10 Marzo 2021
Courmayeur montagna neve sci

Un albergatore di Courmayeur dichiarava ospiti finti per poter tenete aperto il ristorante dell’hotel, ma la dichiarazione era falsa: dopo un controllo dei Carabinieri è stato denunciato e il ristorante sanzionato con la chiusura temporanea di 5 giorni. Sono vari i ristoratori che, in tutta Italia, da quando esistono le norme restrittive anti Covid provano ad aggirare i divieti: i cosiddetti ristoranti clandestini oggetto di varie inchieste di solito usano il metodo di tenere la serranda abbassata e di rilasciare uno scontrino con la scritta “per asporto”, un metodo di vendita sempre consentito.

Ma se si ha un albergo con ristorante annesso si può beneficiare di una esenzione, o meglio di una eccezione in favore dei clienti ospiti dell’hotel: non li si può lasciare digiuni, e quindi la cucina può aprire e il ristorante servire pasti. Solo per gli interni, però. Ma fatta la legge, trovato l’inganno, come si dice: il gestore dell’albergo di Courmayeur faceva figurare ogni volta i clienti del ristorante come ospiti dell’hotel, mentre non era vero, si trattava di persone di passaggio. Ma la furbata gli si è ritorta contro, perché oltre alla consueta chiusura di 5 giorni, che è ormai la sanzione standard per le violazioni delle misure contro la pandemia, l’albergatore si è beccato una denuncia: proprio per inadempimento dell‘obbligo di comunicazione degli ospiti alloggiati nella struttura.

[Fonte: Repubblica]

1