di Valentina Dirindin 6 Settembre 2020
ambulanza

Sono tragicamente morti entrambi i due giovani fratelli caduti nel silos di un’azienda agricola a Cuneo. Davide, 22 anni, e Francesco 25 anni, sono le vittime di una terribile vicenda accaduta a Cavallermaggiore. Il più piccolo dei due fratelli, Davide, si era accasciato improvvisamente a terra nel silos quasi pieno e il secondo, Francesco, era immediatamente corso in suoi aiuto, lanciandosi nel silos alto 40 metri.

Le esalazioni dovute alla fermentazione del mais, però, sono purtroppo state fatali per entrambi. A nulla è servito l’aiuto del padre Claudio, intervenuto immediatamente per soccorrere i due figli vittime dell’incidente nell’azienda di famiglia, specializzata nell’allevamento zootecnico per la produzione di latte. Il ventiduenne era morto immediatamente, spirando drammaticamente tra le braccia del padre; Francesco invece era stato trasportato d’urgenza in elicottero nell’ospedale Santissima Annunziata di Savigliano, dove era arrivato in condizioni gravissime.

Per due giorni il giovane ha lottato tra la vita e la morte, ma le esalazioni che gli avevano impedito di respirare per una quarantina di minuti non gli hanno lasciato scampo. Sia la struttura che l’intera area dell’incidente sono state messe sotto sequestro. Un’inchiesta è stata avviata al fine di verificare il corretto funzionamento dei sistemi di ventilazione e sicurezza del silos. Intanto il sindaco del Paese, Davide Sannazzaro, ha dichiarato il lutto cittadino per i funerali.

[Fonte: La Stampa]