di Manuela 29 Aprile 2020
Vincenzo De Luca

Il delivery in Campania ha nuovamente avuto bisogno di precisazioni: la Regione ha chiarito sulla questione delle consegne a domicilio di pub e paninerie. Il fatto è che dopo l’Ordinanza n. 39 del 25 aprile 2020 relativa alla possibilità di fare consegne a domicilio, i proprietari di pub, paninerie, take away e kebab hanno cominciato a protestare.

A seguito della pubblicazione dell’Ordinanza in questione, i vigili, soprattutto in zona Vomero-Arenella, hanno impedito a pub e take away di procedere con il servizio di delivery. E’ stato così necessario un chiarimento: in esso al punto 3, quello relativo alle attività e ai servizi di ristorazione, viene spiegata la parziale modifica delle disposizioni già previste nell’Ordinanza n. 37 del 22 aprile 2020.

Ecco i chiarimenti per quanto riguarda gli orari in cui è permesso fare consegne a domicilio a seconda della tipologia del locale:

  • bar, pasticcerie e gelaterie annesse ai medesimi, gastronomie, rosticcerie, tavole calde e affini potranno effettuare il delivery dalle ore 7 con ultima consegna alle ore 14. A questo, però, fanno eccezione gli esercizi presenti dentro le strutture di vendita all’ingrosso che hanno anche orari notturni di esercizio. In questo caso l’attività di delivery è permessa dalle ore 2 alle ore 8, fermo restando il divieto di somministrazione al banco e con consegna solo su chiamata
  • per tutti gli altri esercizi (quindi ristoranti, pizzerie, gelaterie non annesse a bar e pasticcerie, pub, vinerie, kebab e affini) ecco che potranno effettuare consegne a domicilio a partire dalle ore 16 con ultima consegna alle ore 23