di Valentina Dirindin 5 Gennaio 2020
domino's pizza italia

Per la fine dell’anno, Forbes ha messo in classifica i dieci titoli azionari più performanti del decennio, e tra loro c’è anche Dominos’ Pizza. Unico rappresentante del panorama enogastronomico in una lista altrimenti dominata da nuove tecnologie e comunicazione, Domino’s Pizza (che ha segnato un +112% nel 2011) è lì – spiega Forbes nel segnalare il titolo – perché “Quando Patrick Doyle è diventato ceo nel marzo 2010, Domino si è scusato con gli annunci Tv per la sua terribile pizza. Fu l’inizio di una svolta epica”.

Forbes ha analizzato i rendimenti dei titoli a grande capitalizzazione nel Russell 1000 e S&P 500 per ogni anno solare, per stilare la lista dei migliori, e per il 2011 la scelta è ricaduta sul colosso delle pizze statunitense. Per il 2010, invece, il titolo scelto è quello di Netflix (che quell’anno aveva appena inaugurato lo streaming e il rivale Blockbuster era vicino al fallimento, e aveva fatto così registrare un +218%).

Seguono poi, anno dopo anno, Sarepta Therapeutics (477%), Nexstar Media Group (la più grande compagnia televisiva locale americana, +436% nel 2013), AgiosPharmaceutics (367%), Exelixis (291%), US Steel (319%), Nektar Therapeutics (386%), MongoDB (182%) e infine, nel 2019, Avalara (131%), società di software specializzata.

[Fonte: Forbes]