di Valentina Dirindin 16 Agosto 2020
don alfonso 1890 toronto

Non regge alla crisi del Coronavirus e chiude Don Alfonso 1890 a Toronto, costola canadese del celebre ristorante di Sant’ Agata sui Due Golfi. Il Don Alfonso canadese era stato inaugurato nel 2018 nel cuore del Financial District di Toronto, grazie alla collaborazione tra la famiglia Iaccarino e l’imprenditore italo-canadese Nick Di Donato, presidente e CEO di Liberty Entertainment Group.

Un’apertura acclamata dalla critica e di grande successo, all’interno di uno storico palazzo della città. Un palazzo, però, dall’affitto molto caro (oltre 50mila dollari lordi), che ha messo in difficoltà la gestione del ristorante in un momento così critico per il settore.

“Il ristorante ha inizialmente chiuso i battenti il ​​16 marzo a causa delle chiusure obbligatorie del governo relative al COVID-19 e non è stato in grado di qualificarsi per i vari programmi di sostegno del governo”, a causa dei suoi parametri di grande successo, spiegano dal ristorante canadese in un comunicato ufficiale.

“L’edificio storico che ospita Don Alfonso 1890 è attualmente di proprietà di una società con sede in Cina, che ha recentemente acquistato la proprietà per uno  sviluppo condominiale. Sulla base di questi fattori, insieme all’incertezza del settore dell’ospitalità in futuro, Don Alfonso 1890 Toronto non riaprire in questa posizione”. A rischio, in attesa di un’eventuale futura riapertura, sono quasi 100 posti di lavoro, tra full time e part time.

“È stato davvero un onore vedere Don Alfonso 1890 Toronto riconosciuto a livello mondiale con così tanti premi prolifici”, ha detto Nick Di Donato annunciando la chiusura. “Voglio ringraziare ancora una volta gli chef stellati Michelin Alfonso ed Ernesto Iaccarino e l’intero team del Don Alfonso 1890 Toronto per tutto ciò che abbiamo realizzato durante i due anni in cui siamo stati aperti. Stiamo lavorando a nuovi piani per riaprire a Toronto, poiché sono convinto che la nostra scena culinaria meriti qualcosa di unico come il Don Alfonso 1890”.

[Fonte: Dished Toronto]