Drink, startup crea una stampante molecolare in grado di riprodurre qualsiasi bevanda

La startup Cana ha creato una "stampante molecolare di bevande" in grado di riprodurre e servire qualsiasi drink alcolico o bibita analcolica.

Si chiama Cana, ed è una stampante molecolare in grado di riprodurre qualsiasi tipo di bevanda, alcolica e analcolica. Nasce da una considerazione molto semplice: la maggior parte dei drink è composta al 99% da acqua: il resto sono aromi e gusti, che possono essere sintetizzati e riprodotti. Sarà così semplice?

Il dispositivo, che un investitore descrive come un “Netflix per le bevande“, utilizza una singola cartuccia piena di composti aromatici, che secondo l’imprenditore e investitore di tecnologia alimentare Dave Friedberg, possono produrre un numero quasi infinito di bevande: “Sappiamo di poter stampare un numero infinito di bevande da pochi composti aromatici essenziali. Sappiamo di poterlo fare in molte categorie di bevande esistenti: succhi di frutta, bibite gassate, hard seltzer, cocktail, vino, tè, caffè e birra. I panel test  dei consumatori valutano le nostre bevande stampate allo stesso livello o a livelli superiori rispetto alle alternative disponibili in commercio. I nostri hardware stamperanno le bevande in modo rapido e preciso. I prezzi e l’ingombro del nostro hardware possono produrre risparmi e vantaggi significativi per la maggior parte delle famiglie”.

vino

Il sistema ha le dimensioni di un tostapane, e mentre sulla sua effettiva validità restano dei dubbi (riuscirà a fare un “vino” qualsiasi o anche a riprodurre la differenza tra un Nebbiolo e un Chianti?), i produttori sottolineano anche come un sistema del genere sia rivoluzionario e benefico per l’ambiente: si risparmiano le emissioni dovute alla produzione e al trasporto, nonché a tutti i passaggi intermedi, e anche il packaging e i contenitori. Aspettiamo la stampante alla prova del gusto.